GRAMEEN, PER UN NUOVO WEL…

GRAMEEN, PER UN NUOVO WELFARE

14 settembre 2021 GRAMEEN, PER UN NUOVO WELFARE Qualche giorno fa ho avuto il piacere di confrontarmi col Professor Torluccio di Fondazione Gr...

Read more

CONTINUANO GLI INCONTRI D…

CONTINUANO GLI INCONTRI DI CASEGGIATO

13 settembre 2021 CONTINUANO GLI INCONTRI DI CASEGGIATO Incontro di caseggiato: mi presento a una signora che mi accoglie dicendo che mi conosce p...

Read more

LA PERDITA DI ADELE VENTU…

LA PERDITA DI ADELE VENTURA MI RATTRISTA MOLTO

13 settembre 2021 LA PERDITA DI ADELE VENTURA MI RATTRISTA MOLTO Una donna energica e combattiva, una compagna.       ...

Read more

SUONA LA CAMPANELLA, INIZ…

SUONA LA CAMPANELLA, INIZIA LA SCUOLA!!

13 settembre 2021 SUONA LA CAMPANELLA, INIZIA LA SCUOLA!! Buon inizio anno a chi impara e a chi insegna.     ...

Read more

ORTI SOCIALI: LAVORI IN C…

ORTI SOCIALI: LAVORI IN CORSO

11 settembre 2021 ORTI SOCIALI: LAVORI IN CORSO ...a breve gli orti sociali nell'area verde di Pescarola saranno realtà!     ...

Read more

RIPRENDONO LE ATTIVITA' A…

RIPRENDONO LE ATTIVITA' AL CENTRO MONTANARI

10 settembre 2021 RIPRENDONO LE ATTIVITA' AL CENTRO MONTANARI Oggi abbiamo festeggiato in sicurezza la ripresa delle attività del Centro Montanari. ...

Read more

IL PRIVILEGIO DI POTER SC…

IL PRIVILEGIO DI POTER SCOPRIRE OGNI ANGOLO DI NAVILE

9 settembre 2021 IL PRIVILEGIO DI POTER SCOPRIRE OGNI ANGOLO DI NAVILE Dialogo realmente avvenuto oggi tra un cittadino e una candidata Presidente d...

Read more

9 settembre 2021 2 AGOST…

9 settembre 2021  2 AGOSTO 1980: UNA VITTORIA DELLE ASSOCIAZIONI

9 settembre 2021 2 AGOSTO 1980: UNA VITTORIA DELLE ASSOCIAZIONI Una vittoria delle associazioni dei familiari delle vittime delle stragi.      ...

Read more

NAVILE: UN QUARTIERE CHE …

NAVILE: UN QUARTIERE CHE CAMBIA

8 settembre 2021 NAVILE: UN QUARTIERE CHE CAMBIA Un Quartiere che cambia...Navile, ovvio!!!                       ...

Read more

LO SPORT RIPARTE

LO SPORT RIPARTE

7 settembre 2021 LO SPORT RIPARTE Il pattinaggio per me è Polisportiva Lame sin da quando ero piccola.                       ...

Read more

21 luglio 2021

LE RAGIONI DEI MOVIMENTI DI GENOVA 2001 RESTANO. CON 20 ANNI DI RITARDO.

 

Al G8 di Genova non c'ero, ma ci sarei voluta andare moltissimo.
 

Avevo 15 anni, leggevo Naomi Klein e qualcuno per prendermi in giro mi chiamava "no global". Scoprivo la Politica e il valore dell'essere comunità tra il Minghetti e la parrocchia di San Bartolomeo della Beverara.
"Un altro mondo è possibile", era lo slogan che resta valido, oggi ancora di più; è vitale, necessario. È il costo che la comunità globale sta pagando oggi per non avere dato ascolto a quelle istanze di Genova, Seattle, Porto Alegre,...di quei movimenti pacifisti, altermondialisti, ambientalisti, progressisti per una globalizzazione diversa dallo sfrenato e sterile sviluppo neoliberista che è (stato).
Migliaia di persone, una moltitudine di associazioni, reti, gruppi, movimenti che hanno lavorato insieme per un progetto condiviso, per arrivare a Genova...
Ci sono momenti in cui la forza collettiva sembra abbia la possibilità di cambiare, incidere. Quello lo è stato.
Genova è stata purtroppo anche molto altro: manganelli, lacrimogeni, violenze, il ruolo dei black bloc, una città sotto assedio e messa a ferro e fuoco, l'uccisione di Carlo Giuliani, l'irruzione di violenza inaudita della polizia alla scuola Diaz e le torture alla caserma di Bolzaneto, "macelleria messicana", "la più grave sospensione dei diritti democratici in Europa dopo la seconda guerra mondiale" (Amnesty International).
Processi che non si sono celebrati, procedimenti mai avviati o archiviati, quasi nessuna responsabilità tra chi doveva garantire la sicurezza e l'ordine pubblico durante le manifestazioni, nessun accertamento delle responsabilità politiche.
Mancano verità e giustizia.
L'Italia non ha fatto i conti con quanto accaduto al G8 di Genova.
L'esito, forse non immediato ma inesorabile, è stato il ritiro del collettivo dalla scena pubblica via via negli anni successivi.
L'avanzata della frammentazione, della precarietà, del fortissimo depotenziamento di visione e azione globale e locale insieme strutturata.
Le ragioni di Genova 2001 restano tutte, però. Con 20 anni di ritardo.
Non si prescinde da questo per chi come noi, da Bologna, vuole dare il proprio contributo per unire e costruire una nuova Sinistra.